Angelo Campolo

Attore, Regista,

Classe ’83, diplomato alla “Scuola del Piccolo Teatro di Milano”, finalista al premio UBU nel 2016 come “miglior attore under 35”, ha vinto il premio “Scintille” alla 35ª edizione del festival teatrale di Asti con una personale riscrittura di “Otello” di Shakespeare, di cui è interprete e regista, e il premio della stampa “Giovani Realtà 2016″ dell’Accademia Nazionale “Nico Pepe” di Udine.  In teatro ha lavorato diretto da numerosi registi, tra cui Luca Ronconi, Antonio Calenda, Enzo Vetrano e Stefano Randisi, Stefano De Luca, Giampiero Cicciò. Tra 2015 e 2016 è protagonista in “Amleto” di Shakespeare (regia: Ninni Bruschetta) e interpreta Lelio ne “Il bugiardo” di Goldoni (regia: Giorgio Bongiovanni), prodotte dell’E.A.R. di Messina. Fondatore e direttore della compagnia “Daf – Teatro dell’esatta fantasia”, riconosciuta dal MIBACT, per la quale ha ideato e diretto numerosi spettacoli e progetti teatrali, distinguendosi per i temi legati alle problematiche sociali e l’impegno. Tra questi “Vento da Sud Est” dal romanzo Teorema di Pasolini, con in scena giovani attori migranti del Mali. Nel 2017 ha diretto “Il Ciclope”, dal dramma satiresco di Euripide con protagonista Edoardo Siravo, andato in scena a maggio al Teatro Greco di Tindari e a luglio alla XXVIII edizione del Festival Internazionale di Ravenna. Lo spettacolo è un’originale riscrittura del mito del Ciclope riletto alla luce dei rapporti tra mondo occidentale e culture straniere. Di recente è stato selezionato tra i quattro attori italiani partecipanti ad “ECOLE DES MAÎTRES 2017”, progetto internazionale itinerante di perfezionamento teatrale che si terrà a Bruxelles (BELGIO), diretto dalla compagnia “Transquinquennal”. In televisione ha recitato nella miniserie TV su Rai 1 “Tutti i padri di Maria” (regia: Luca Manfredi) e nella serie d’autore “Non uccidere” (regia: Giuseppe Gagliardi), trasmessa su Rai 3. Per il cinema è stato tra i protagonisti del film d’autore indipendente “Seconda primavera” (2016) di Francesco Calogero, (“miglior film” all’11^ edizione dell’Hamilton Film Festival in Canada) ed è stato diretto da Renato De Maria, Pappi Corsicato, Luis Prieto e, nel corto “Il volo”, da Wim Wenders.

Eventi